COME PULIRE LA CERAMICA DI CASA


inserito da Idea2017 in data 27-08-2018


LA CERAMICA: UN MATERIALE PREGIATO PER L'ARREDAMENTO DI BAGNO E CUCINA

Il termine ceramica deriva dal greco kéramos che significa “argilla”, possiamo, generalmente, definire ceramica qualunque oggetto modellato con impasto di argilla e acqua e cotto per mezzo del fuoco.

Le caratteristiche della ceramica variano prima di tutto in relazione alla provenienza e composizione dell’argilla d’origine. Esistono anche diversità dovute alla varietà di lavorazione e di cottura.

Diversi sono gli impieghi della ceramica: complementi d’arredo, piatti e statuette ma anche piastrelle, lavandini e complementi d’arredo legati al mondo del bagno.

LA CERAMICA IN BAGNO

La ceramica per il suo caratteristico colore bianco è sempre stata utilizzata nell’arredo bagno.
La sua superficie impermeabile, la facile pulizia e il famoso colore bianco hanno reso questo materiale il prediletto per sanitari, rivestimenti e accessori da bagno.

PULIZIA E MANUTENZIONE

La ceramica per le sue caratteristiche, specialmente in bagno, a causa del calcare dell’acqua può opacizzarsi e perdere la sua naturale brillantezza.
Quando il calcare è molto sedimentato la ceramica perde lucentezza, assumendo un antiestetico colore opaco e giallastro. Per questo è importante sapere, soprattutto in bagno, come sbiancarla in modo efficiente.

Esistono diversi metodi di pulizia, dai più naturali ai più ingegnosi. Nelle poche righe che seguono avrete un rapido manuale con tutte le soluzioni per la pulizia delle ceramiche da bagno.

Un primo metodo consiste nell’usare della semplice acqua calda alla quale aggiungere, se lo sporco risulta ostinato, dell’aceto bianco.
Per procedere al meglio consigliamo di bagnare un panno con l’aceto e passarlo direttamente sulla ceramica sporca, una volta rimosso lo sporco, sciacquare il tutto con acqua corrente.
In alternativa all’aceto possiamo utilizzare semplice alcool etilico.

Se è necessario far tornare la ceramica ad uno stato splendente a causa di una forte opacizzazione (calcare molto incrostato), si può intervenire con il bicarbonato di sodio, ottima soluzione perché oltre ad essere sbiancante e detergente, il bicarbonato svolge anche un'importante funzione antibatterica.
Inoltre essendo granuloso il bicarbonato ha un’azione abrasiva sulla ceramica, capace di rimuovere qualsiasi patina di sporco, anche in spessore.

L'uso di tale prodotto è particolarmente consigliato se nel bagno si hanno delle piastrelle di ceramica, e si intende eliminare il calcare che le rende opacizzate.
In tal caso per ottimizzare il risultato, è opportuno aggiungere un'altra sostanza naturale e specifica ovvero il succo di limone.
Quest'ultimo infatti applicato con uno straccetto insieme al bicarbonato stesso e risciacquato con acqua fredda, permette di ottenere la ceramica delle piastrelle perfettamente sbiancate e soprattutto ben igienizzate.

Per queste ragioni il bicarbonato di sodio con limone è particolarmente consigliato per la pulizia delle ceramiche di accessori (porta sapone, dispenser, scopini ecc..) e dei pavimenti e rivestimenti del bagno.

Questi rimedi ‘naturali’ permettono di pulire le superfici in ceramica senza l’ausilio di detersivi aggressivi e nocivi per l’ambiente.
Il consiglio per tutti i complementi d’arredo in ceramica è quello di mantenerli puliti quotidianamente, evitando al massimo quelle fastidiose incrostazioni.

La ceramica è un materiale usato sin dall’antichità, per il suo pregio e la sua bellezza, la vostra casa grazie a questo materiale sarà sempre bella ed elegante.
Mantenere in buono stato rivestimenti e complementi in ceramica aumenterà il valore del vostro spazio sia in termini economici che di bellezza ed estetica.

Tag annuncio: ceramica, arredo bagno, pulire ceramica, pulizia della ceramica, ceramica bagno, bagno

DETTAGLI ARTICOLO
COSA: Casa;