Interrogazione parlamentare | Margiotta su Romeo Gestioni: esclusione gare Consip


inserito da diginame in data 13-03-2019


Sempre più polemica sul caso dell’esclusione della Romeo Gestioni da alcune gare Consip. Esclusione a cui si oppone Romeo Gestioni con una complessa battaglia legale. Ma il caso è così delicato e interessa l’intero mercato delle gare Consip, al punto che il senatore Margiotta ha presentato un’interrogazione parlamentare al ministro dell’economia Tria e al ministro del Lavoro e sviluppo economico Luigi Di Maio.
Il senatore Margiotta nell’interrogazione parlamentare evidenza che da parte di Consip e per essa dei suoi amministratori pro tempore, si può anche ravvisare una condanna preventiva, della Romeo Gestioni a causa del coinvolgimento del socio di minoranza Avv. Alfredo Romeo nell’inchiesta sul cosiddetto “Scandalo Consip”.
Nell’esclusione dalle gare, la Consip ha adottato dei provvedimenti illegittimi in quanto con un provvedimento del Tribunale di Roma, la Romeo Gestioni è stata dichiarata pienamente affidabile e idonea a contrarre con la Pubblica Amministrazione.
Appare di difficile comprensione l'assenza, da parte della Consip, di un più equilibrato atteggiamento amministrativo nell'esercizio della propria azione, che invece, ad opinione del senatore Margiotta, avrebbe dovuto considerare: - la possibile emanazione in autotutela da parte di Consip di provvedimenti amministrativi di annullamento della esclusione delle gare disposti temerariamente in danno della Romeo Gestioni, al fine di evitare il rischio di generazione di rilevanti danni economici per la pubblica amministrazione.
Le conseguenze per un’azienda come la Romeo Gestioni, e le ricadute occupazionali su quasi 3.000 dipendenti e 20.000 addetti dell'indotto lavorativo.

Tag annuncio: margiotta, romeo, gestioni, consip, interrogazione, parlamentare

DETTAGLI ARTICOLO
COSA: Notizie di Cronaca;