Un test delle urine può fungere da sistema di allarme precoce per un grave decorso dell’infezione da coronavirus?


inserito da pivari in data 09-07-2021


“Per le persone che sono – o sono state – infettate dal coronavirus, controllare regolarmente i reni può davvero portare tranquillità”, dice Roland Meißner, CEO di nal von minden GmbH. Un test delle urine è un buon modo per identificare potenziali cambiamenti nella funzione renale, dice Meißner. “Un test delle urine fornisce ai pazienti una sicurezza in più. È un eccellente metodo di monitoraggio. Prima viene riconosciuto un potenziale danno renale, meglio può essere trattato”.

Il test delle urine Reactif esamina una serie di parametri allo scopo di monitorare la salute generale, inclusa la funzione renale. I test per uso professionale possono testare fino a 14 parametri, mentre quelli per uso privato testano fino a 11 parametri (vedi tabella informativa), uno dei quali è la proteina. La presenza di piccole quantità di proteine nelle urine è normale e non è motivo di preoccupazione. Tuttavia, grandi quantità possono essere un indicatore di danno renale. Un altro parametro importante sono i globuli bianchi (leucociti): Un aumento dei livelli nelle urine può indicare un’infezione renale.

Il test delle urine Reactif può essere eseguito da medici in uno studio medico o da singoli individui a casa, in quanto è progettato anche per l’autodiagnosi. La procedura del test è semplice e veloce: basta immergere la striscia nell’urina e poi rimuoverla. A seconda del parametro, i risultati saranno disponibili entro 60 – 120 secondi. Posizionare la striscia di test accanto alla tabella dei colori di riferimento e confrontare i pannelli di colore.

“In caso di deviazione dai livelli normali, l’individuo interessato dovrebbe contattare il proprio medico per un’ulteriore diagnosi”, consiglia Meißner. L’amministratore delegato di nal von minden non vede il test delle urine come un’alternativa alla visita dal medico di famiglia, ma piuttosto come un mezzo per fornire una protezione aggiuntiva ai pazienti che sono stati – o sono – infettati dal coronavirus. “I parametri testati dal proprio medico di base possono essere controllati per far luce su eventuali irregolarità”.

Soprattutto, Meißner spera che il monitoraggio dei livelli dei reni possa aiutare a prevenire il loro deterioramento o addirittura la morte. Come diversi studi (vedi sotto) hanno già dimostrato, il COVID-19 colpisce non solo i polmoni ma anche i reni. Anche in casi lievi, è comune vedere cambiamenti nelle urine. In casi gravi, i reni possono cedere completamente e questo può essere spesso mortale. Meißner spiega che “il test delle urine è un sistema di avvertimento precoce per i casi gravi di COVID”.

Il test delle urine Reactif è già disponibile. Costa circa 15 euro per 100 strisce di test. Gli utenti professionisti possono acquistare i test direttamente da nal von minden GmbH su www.nal-vonminden.com. Gli utenti privati possono trovare i test su www.self-diagnostics.com

Insufficienza renale. I reni svolgono una funzione importante nel corpo. Agiscono come punto di disintossicazione, filtrando le sostanze nocive dal corpo. Producono anche l’urina che viene espulsa attraverso la vescica. Il problema è che la malattia renale viene spesso identificata troppo tardi. Nelle fasi iniziali non ci sono quasi sintomi. È solo nelle fasi successive che i pazienti avvertono, per esempio, nausea, stanchezza e un dolore sordo nella regione renale. Se il tessuto renale si ammala, i reni possono lavorare solo in misura limitata. Lo stadio finale, l’insufficienza renale, è pericoloso per la vita. I reni non funzionano più e non possono espellere le sostanze nocive, lasciando il corpo in pericolo di avvelenamento.

Test delle urine Reactif per uso autodiagnostico, determina 11 parametri simultaneamente.

Il test delle urine Reactif è stato progettato come un autotest per uso domestico. Le strisce per il test delle urine permettono di controllare simultaneamente 11 diversi parametri. Nota bene: in caso di irregolarità nei risultati, si prega di consultare il proprio medico per una diagnosi più accurata.

Proteine. Un alto livello di proteine nelle urine può indicare un’infiammazione dei reni. Nei pazienti appartenenti a gruppi a rischio (come quelli con diabete o ipertensione), misurare i livelli di proteine nelle urine può aiutare a rilevare precocemente l’inizio di un danno renale.

Un alto numero di leucociti (globuli bianchi) nelle urine può indicare un’infiammazione dei reni, dei genitali o del tratto urinario.

Sangue (emoglobina). Non dovrebbe essere presente sangue nelle urine. La sua presenza può indicare, per esempio, un’infezione del tratto urinario o calcoli renali/vescicali.

Nitrito. In assenza di batteri, il nitrito non si trova nelle urine. Se è presente, questo può indicare una pielonefrite (un’infezione dei reni).

Glucosio (zucchero). L’urina di solito contiene così poco glucosio che non si evidenzierebbe su una striscia per l’esame delle urine. Livelli elevati di zucchero nelle urine possono indicare diabete o malattie renali.

La bilirubina è un metabolita naturale, prodotto durante la scomposizione dei globuli rossi da parte del corpo nella milza. Livelli elevati possono indicare una malattia del fegato o della cistifellea.

Urobilinogeno. Il rilevamento dell’urobilinogeno nelle urine aiuta una diagnosi più precisa delle malattie del fegato e delle vie biliari. L’urobilinogeno si forma durante la scomposizione della bilirubina nell’intestino.

Chetoni. I chetoni sono prodotti metabolici che si formano quando il grasso viene scomposto e vengono escreti nelle urine. Sono prodotti in quantità maggiori, per esempio, in coloro che hanno il diabete o la febbre alta.

Livello di pH. Fornisce informazioni sull’equilibrio acido-base. I livelli di pH aumentano quando l’urina è troppo acida, il che può a sua volta indicare un’infezione del tratto urinario.

Gravità specifica. Questa è la misura della densità dell’urina. Un basso livello di gravità specifica dell’urina può verificarsi in coloro che hanno una malattia renale. Una lettura alta è anche un indicatore di insufficienza cardiaca e malattie del fegato.

Acido ascorbico (vitamina C). In alte concentrazioni, l’acido ascorbico interferisce con la rilevazione del sangue e del glucosio. Viene quindi utilizzato come pannello di controllo per garantire che gli altri valori non vengano falsificati.

Informazioni sull’azienda

nal von minden GmbH. Nal von minden GmbH, con sede a Moers (Germania) è uno specialista nel campo della diagnostica medica da 38 anni. Il suo portfoglio comprende test rapidi e test di laboratorio per diagnosi affidabili nei settori della tossicologia, batteriologia, cardiologia, ginecologia, malattie infettive e urologia. L’azienda ha circa 230 dipendenti in 9 sedi in Europa. www.nal-vonminden.com

Studi:
Acute kidney injury: prevention, detection and management [NG148]. Available at https://www.nice.org.uk/guidance/ng148

Hirsch JS, Ng JH, et al. (2020). Acute kidney injury in patients hospitalized with COVID-19. Clinical Investigation, 98(1), 209-218.

contatto stampa:
Hellwig PR
Gabriele Hellwig
Garstedter Weg 268
D- 22455 Hamburg
Tel.: +49 40 38 66 24 80
E-Mail: info@hellwig-pr.de
www.hellwig-pr.de

Tag annuncio: coronavirus, covid

DETTAGLI ARTICOLO
COSA: Benessere e Salute;