L'impegno di Codè Crai Ovest contro lo spreco alimentare


inserito da ufficiostampamaybe in data 26-08-2021


Parte la campagna anti spreco “Aiutaci a salvare il cibo”.
Codè Crai Ovest sempre più impegnata nel rendere la spesa più sostenibile e consapevole.
In tutti i punti vendita Crai di Piemonte, Liguria, Lombardia e Valle d’Aosta parte la campagna anti spreco “Aiutaci a salvare il cibo”: i consumatori potranno trovare un reparto dedicato ai prodotti in scadenza, con sconti fino al 50%.

“Lo stile della spesa è cambiato e i consumatori sono sempre più attenti agli sprechi – dichiara Rossella Pastorino, Responsabile Marketing & Comunicazione Codè Crai Ovest. Una recente indagine Nielsen ha messo in evidenza come circa il 30% dello spreco alimentare in Italia avvenga tra le mura domestiche, quindi a partire dalla spesa. Coldiretti ha stimato che sono 5,2 milioni le tonnellate di alimenti finiti nella spazzatura nel 2020 e che gli sprechi domestici rappresentano in valore ben il 54% del totale. Volendo essere sempre più vicini alle esigenze dei nostri clienti abbiamo scelto di impegnarci in questa campagna anti spreco che consentirà di acquistare la qualità che da sempre è un vanto della nostra insegna ma al tempo stesso di alleggerire il conto alla cassa. Da molti anni promuoviamo iniziative concrete, capaci di produrre un impatto significativo in termini di sostenibilità. Siamo sicuri che la campagna Aiutaci a salvare il cibo darà riscontri estremamente positivi, consentendo a noi ed ai nostri consumatori di compiere azioni concrete nel contrasto allo spreco alimentare”.

L’iniziativa contro lo spreco alimentare si aggiunge ad altre attività messe in piedi da Codè Crai Ovest nei suoi punti vendita per limitare l’ecological footprint e contribuire a combattere il cambiamento climatico. Alcuni esempi sono l’utilizzo di materiali di consumo riciclabili o compostabili nei banchi di gastronomia, ortofrutta e macelleria, l’utilizzo di carta riciclata e la crescente proposta di dispenser per la vendita del prodotto sfuso, dall’acqua in vetro ai detersivi fino alla frutta secca.

La cooperativa Codè Crai Ovest è nata a Torino nel 1913 quando una trentina di commercianti decisero si associarsi e formarono un gruppo di acquisto. Oggi è formata da 220 soci, distribuiti fra Piemonte, Liguria, Valle d’Aosta e Lombardia, per un totale di 327 punti vendita, in continua espansione; serve anche un Cedis a Malta che annovera diversi punti vendita sul territorio maltese. L’impegno più grande dei soci Codè Crai Ovest è offrire prodotti di grande qualità, al giusto prezzo. In quest’ottica, oltre ai marchi industriali più noti, Crai offre in tutti i suoi punti vendita prodotti a KM0, valorizzando le eccellenze locali e offrendo ai piccoli produttori la possibilità di sostenere le loro produzioni. Tutte le filiere sono controllate e garantite: la carne Crai è nata ed allevata in Italia, nel rispetto del benessere animale; i prodotti ortofrutticoli sono di categoria extra o prima, sono rigorosamente italiani, provengono da zone particolarmente vocate alle varie produzioni.

Tag annuncio: Codè Crai Ovest, spreco alimentare, cibo, CRAI

DETTAGLI ARTICOLO
COSA: Altre notizie;