Audit energetico su stabilimento della Salvi Harps


inserito da eplusplus in data 20-10-2014


Realizzazione di un audit energetico all’interno dello stabilimento della Salvi Harps, storica azienda cuneese di produzione di arpe. Gli edifici presi in considerazione sono stati il fabbricato produttivo vecchio con annesso museo ed il fabbricato produttivo nuovo con gli uffici, entrambi situati a Piasco (CN). I modelli fisico geometrici sono stati sviluppati a partire dagli elaborati grafici forniti dal Committente e implementati sulla base dei sopraluoghi effettuati. Quindi attraverso il software di simulazione dinamica IES , gli ambienti sono stati ricostruiti in 3D, processo che ha consentito anche di analizzare l’interazione energetica con gli edifici circostanti. Lo strumento ha consentito di simulare differenti scenari di efficientamento sia dell’involucro che degli impianti e di identificare scenari integrati con ROI tra i 4 ed i 7 anni.
Obbiettivi del committente:
1) ridurre i costi energetici
2) capire la distribuzione dei consumi elettrici e termici all’interno del ciclo produttivo
3) valutare differenti scenari di intervento nella prospettiva di rinnovare la centrale termica
4) allineare le portate d’aria di ventilazione alle richiesta dei cicli produttivi e renderne più efficiente la gestione
5) mantenere specifiche condizioni termo-igrometriche come richiesto dal ciclo produttivo e di comfort per maestranze ed impiegati
6) ridurre il carico strutturale sull’edificio industriale prefabbricato

Outputs:
1) definizione del carico termico della struttura, comprensione della distribuzione dei consumi energetici e dei fabbisogni della struttura e dei cicli produttivi
2) definizione di differenti scenari integrati di efficientamento (isolamento involucro + sostituzione generatori e sistemi di regolazione ed emissione) con i migliori ritorni di investimento.
- scenari strutturali: isolamento pareti verticali, isolamento copertura, sostituzione serramenti e soluzioni miste
- scenari impiantistici su: sostituzione generatori esistenti con caldaia a gasolio/ metano/ cippato e valutazione fattibilità per l’installazione di un impianto di cogenerazione a metano
3) riduzione dei consumi elettrici con sostituzione degli apparecchi luminosi interni con tecnologia LED
4) installazione di un impianto fotovoltaico ottimizzato per l’autoconsumo.
5) individuazione e valutazione preliminare di un intervento di alleggerimento strutturale dell’edificio produttivo nuovo contestuale al rifacimento della copertura con pannelli isolanti.

Audit energetico realizzato dal Consorzio Seyes (E++; SunergySol).

Tag annuncio: audit energetico, risparmio energetico, consumi elettrici

DETTAGLI ARTICOLO
COSA: Altre notizie;